00:00:00:00

Ricomincia il ciclo, finito un arco sulle lancette, strappata l’ultima pagina di un calendario e iniziata la nuova.

Tutto consueto e rituale, impeccabile, immobile, eppure la tristezza corre come una forsennata per non restare indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *