INTERIORA

Daniele pezzana



  • Sorrisi dipinti

    Quelle cose che ti fanno sentire bene, il pensiero, la creazione, l’analisi personale delle cose e la loro esternazione.

    Poi ogni istante dedicato a questa meraviglia viene rubato, dapprima cerchi di fare le cose senza che sia “il momento giusto” pur di non abbandonare piccoli lidi sereni, poi ti compatisci perchè stai mettendo accanimento terapeutico nel cercare di far sopravvivere nel modo scorretto quelle cose ve rendono la vita degna di essere vissuta.

    Poi ti disegni un sorriso degno di un pagliaccio malinconico e guardi l’orologio.

    #90secondstomidnight

  • Ere nuove

    È passata un’era, eri li a padroneggiare la prima rivoluzione delle macchine, e tu decidevi cosa dovevano fare per te come schiavi instancabili; è naturale che tu sia finito con l’era, e ora le macchine decidono da sole.

    Mi manchi.

    Mi manchi assorto “come se nulla fosse” in qualche intrigo logico, per sfregarti poi gli occhi sotto agli occhiali.

    Mi manchi.

    Vorrei essere li con te, in quel posto senza tempo, a recuperare quello che ci siamo persi.

    Aspettami, arrivo.

  • Non spariranno i fiori

    Quando avrà l’aspetto di un fiore, odorerà come un fiore, sarà setoso e delicato al tatto e renderà piacevole una semplice passeggiata.

    Quando saremo convinti che sia un fiore, ma sarà solo una nostra sensazione, beh, io non voglio essere presente.

  • Ombre

    PUBBLICATO ILFEBBRAIO 28, 2024
    Ombra

    E l’unico velo che può nasconderti il viso è quella striscia di ombra del tuo cappuccio mentre il sole di lato tramonta imbrunendo di porpora il crinale.

    libera scintilla fra sinapsi assopite riaffiorano mezzi volti di sorriso.

  • Fior di Conio

    PUBBLICATO ILFEBBRAIO 27, 2024
    Fior di conio

    per te ucciderei

    ————————————————-

    ucciderei te per

    Due facce inseparabili della stessa medaglia che rendono la non indipendenza il suicidio più assistito che ci sia.